Rapporti Internazionali di Distribuzione

di Maximilien Gaslini, Luca Membretti, Roland Plecher

 

I rapporti di distribuzione tra le aziende produttrici e i loro partner commerciali nel mondo possono nascere in diversi modi, che sia un contratto scritto di molte
pagine o una semplice ripetizione di ordini e consegne.
A volte questi rapporti risalgono a molti anni, e spesso in tal caso anche il contenuto del contratto scritto firmato all’inizio del rapporto non corrisponde più
a quanto effettivamente eseguito dalle parti.
Inoltre, le menzioni inscritte nelle condizioni generali di vendita dell’azienda, così come quelle indicate nei documenti di vendita e in particolare gli eventuali
INCONTERMS, costituiscono altrettanti strati supplementari per cui diventa assai complicato capire la regola da applicare al contratto.
Questa confusione nelle norme contrattuali del rapporto trova la sua massima espressione nell’eventuale momento della fine del rapporto. La molteplicità di regole in ogni diritto dell’Unione Europea, e i sistemi più o meno protettivi delle parti, conducono molte aziende a compiere passi falsi purtroppo spesso non recuperabili.
Il presente articolo ha per scopo di presentare in modo sintetico una serie di punti focali sui quali l’operatore deve porre l’attenzione, in particolar modo nel momento in cui la relazione di distribuzione internazionale in cui è coinvolta l’azienda presenta delle difficoltà.

 

Read all in the pdf file

L'articolo completo nel file pdf