La disciplina fiscale della tassazione dei Trusts in Svizzera

di Marco Stangalini

La Conferenza dei Direttori delle Amministrazioni Fiscali Cantonali della Svizzera ha finalizzato una circolare, la N. 30 del 24 ottobre 2007, che espone l’approccio svizzero alla tassazione dei Trusts ed è diretta a stabilire una pratica uniforme nei 26 Cantoni della Confederazione.

Considerazioni Preliminari sui Trusts in Svizzera
Per effetto della Ratifica della Convenzione dell’Aja, entrata in vigore in Svizzera il primo luglio 2007, sulla legge applicabile ai trusts e sul loro riconoscimento, il diritto internazionale privato svizzero, la legge sull’esecuzione forzata, e la legge sulla bancarotta sono stati emendati con riguardo a :

  • Il riconoscimento  della sede del trust;
  • La definizione di trust ( in riferimento alla Convenzione dell’Aja);
  • La legge applicabile, la giurisdizione, la competenza dei Tribunali;
  • Il riconoscimento delle sentenze dei Tribunali stranieri e
  • La segregazione degli assets in trust nel caso di bancarotta del Trustee.

I Cantoni si sono quindi sforzati di armonizzare la loro prassi e di pubblicare una circolare con istruzioni  piu’ o meno vincolanti per le autorità fiscali cantonali.

 

LA CIRCOLARE N. 30

La circolare inizia con una analisi degli aspetti legali del trust e con un glossario dei termini piu’ rilevanti su questo argomento.  Sebbene il trust abbia una certa somiglianza con la Fondazione svizzera egli deve esserne distinto. Il trust non ha una personalità giuridica, pertanto, è necessariamente un entità trasparente. Il trust non è neppure una relazione fiduciaria, almeno per la legge svizzera. La circolare indica specificatamente che non si applica alle fondazioni  “Anstalten”, ai trusteeships “treuhaenderschaften” del Liechtenstein e  spiega brevemente i termini piu’ importanti del “deed of trust”t (atto istitutivo). Vi è poi una semplice descrizione del trust revocabile e del trust irrevocabile, quest’ultimo da suddividere in discrezionale e “fixed interests”. La circolare inoltre elenca una lista di domande che se danno risposte  positive portano alla conclusione che il trust è qualificabile come revocabile, come ad esempio, se il disponente si riserva il diritto di nominare o rimpiazzare il Trustee o se il disponente ha il diritto di nominare nuovi beneficiari.

Tassazione dei Trusts “esteri”

La circolare stabilisce che se né il disponente né nessuno dei beneficiari sono residenti in Svizzera e se gli assets in trust non includono immobili svizzeri, le disposizioni del trust non sono soggette a imposte svizzere. La ratio  è che  se la legge estera non dà al trust personalità giuridica, neanche il Diritto Internazionale Privato e quello Tributario svizzeri possono trattare il trust come una persona giuridica estera o come una persona giuridica svizzera. Inoltre per gli scopi del Fisco svizzero il trust non puo’ essere considerato come una partnership o come una entità simile. Per questa ragione, il trust non puo’ ricadere sotto le regole dell’illimitata o limitata responsabilità fiscale stabilite per le entità legali residenti e non residenti. La circolare pero’ prevede che se un trust estero ha un Trustee residente in Svizzera o un guardiano residente in Svizzera, solo le fees generate dal Trustee o dal guardiano saranno soggette alle imposte svizzere. Quest’analisi si riferisce ai principi fiscali costituzionali svizzeri  basati sulla capacità economica contributiva, siccome  il trustee o il guardiano non sono titolari degli assets in trust e dei redditi che ne derivano non possono essere tassati su di essi.

Tassazione Cantonale su Donazioni e Successioni

Le donazioni e le successioni sono  soggette a tassazione a livello cantonale, e questo implica che  in Svizzera si applicano 25 diversi regimi fiscali in merito ( dei 26 cantoni, solo il Canton Schwyz non tassa donazioni e successioni). Il principio base è che per tassare una donazione o una successione  in Svizzera, il donante, o il deceduto è o era fino al momento della morte un residente in Svizzera. Alternativamente,  le tasse svizzere su donazioni e successioni possono anche essere dovute in caso di un bene immobile situato in Svizzera e trasferito tramite donazione o successione. Un altro importante principio nell’ambito di imposte svizzere di donazione e successione è che il trasferimento di proprietà al coniuge del donante  o al coniuge del defunto e ai loro discendenti  sono generalmente esenti in molti cantoni.

Tassazione dei Trusts “collegati” alla Svizzera

La circolare argomenta ampiamente la situazione in cui sia il disponente sia uno dei beneficiari siano residenti in Svizzera. I trusts sono semplicemente trattati come soggetti  trasparenti, perché per il Diritto Tributario svizzero gli assets in trust non possono essere attribuiti al trust o al suo Trustee. La questione se un trust puo’ essere soggetto a tassazione svizzera diventa quindi inutile. A detta della circolare, il Trustee  (e il guardiano) possono avere il legale o formale possesso, ma non sono i proprietari economici degli assets che non sono a loro disposizione ( ma sono meramente detenuti per i beneficiari). Il Trustee è pertanto tassato solo sulle sue fees se è residente. Gli assets in trust e i redditi derivati sono di conseguenza entrambi tassabili al livello del disponente o al livello dei beneficiari. Fino a quando il disponente è menzionato l’analisi della circolare concerne l’eventualità se si è in presenza di un trust revocabile o irrevocabile. In un trust revocabile il disponente rimane il solo proprietario degli assets in trust per il principio di trasparenza sopra descritto ed è conseguentemente tassato. La circolare riconosce al disponente residente in Svizzera la possibilità di predisporre un trust irrevocabile “fixed interests”. Ogni altro trust irrevocabile predisposto da un residente in Svizzera (incluso un trust discrezionale) non sarà riconosciuto ai fini fiscali svizzeri. Qualunque cosa  il disponente riceva dal trust diventerà suo reddito, a meno che siano donazioni. Le donazioni sono quelle definite dal codice tributario, donazioni inter vivos originate dal patrimonio di un terzo ed effettuate con animus donandi.

Esempi Trattati dalla circolare

  • Trusts Revocabili

 

I trusts revocabili sono trasparenti ai fini fiscali svizzeri, percui, il disponente rimane il solo proprietario di tutti gli assets in trust, e tutti i redditi formati dal trust gli sono attribuiti. Cio’ ha le seguenti implicazioni al livello del disponente:

  • La costituzione del trust non ha conseguenze fiscali su donazioni e successioni;
  • I capital gains sono normalmente esenti in accordo con le regole generali fiscali svizzere;
  • Le distribuzioni ai beneficiari sono tassate come donazioni. Le donazioni tra genitori e figli  normalmente non sono soggette a tasse sulle donazioni in molti dei 26 cantoni. Questo significa che un beneficiario residente di un trust revocabile costituito da un disponente in linea diretta puo’ comunque essere esente da tassazione, con riguardo se il disponente è residente in Svizzera o meno.
  • A partire dal decesso del disponente il trust revocabile diventa irrevocabile.
  • Trusts irrevocabili “Fixed Interests

 

La costituzione di un trust irrevocabile “fixed interest” è trattata come una donazione. La costituzione  sarà quindi soggetta alle tasse cantonali di donazione e successione. Il beneficiario è considerato un usufruttuario. Questo significa che gli assets in trust e tutti i redditi derivati da questi assets saranno attribuiti ai beneficiari. La frazione  della proprietà dei beni in trust che è attribuibile al beneficiario residente in Svizzera è soggetta alla tassa cantonale sul patrimonio. Se tale frazione non puo’ essere determinata, le distribuzioni possono essere capitalizzate al patrimonio netto tassabile. Le distribuzioni periodiche costituiranno redditi tassabili nelle mani dei beneficiari residenti in Svizzera. Comunque, in accordo con i generali principi fiscali, capital gains e distribuzioni di proprietà del trust non saranno tassate ulteriormente.

  • Trusts Discrezionali Irrevocabili

 

Anche la costituzione di un trust discrezionale irrevocabile è considerata una donazione. La costituzione sarà quindi soggetta alla tassa cantonale  sulle donazioni e successioni. Nessuna tassa è dovuta in Svizzera sulla costituzione se il disponente non è residente in Svizzera (e se non è pertinente a proprietà immobiliari situate in Svizzera). Vi è comunque una regola speciale che si applica ai disponenti residenti in Svizzera, in questo caso gli assets in trust rimangono comunque attribuibili al disponente. Siccome i beneficiari hanno solo diritti contingenti, non è possibile arguire che è stata fatta una donazione. Quindi il disponente residente continuerà ad essere tassato come proprietario degli assets in trust, sebbene il trust in questione sia  irrevocabile, ma pur sempre discrezionale. Fino a quando gli assets in trust non sono attribuibili ad un particolare beneficiario non c’è nessuna tassa sul patrimonio da pagare dai beneficiari residenti in Svizzera. Questo implica che tali assets  continuano a essere considerati come patrimonio netto del disponente e in conseguenza soggetti a tassazione a quel livello. Le distribuzioni di ricavi periodici sono ricavi tassabili dei residenti in Svizzera beneficiari. Le distribuzioni di proprietà del fondo in trust ( originariamente destinate dal disponente) sono comunque esenti da imposte visto che la destinazione originaria del disponente era stata tassata come una donazione. Nel caso di un trust irrevocabile discrezionale, i capital gains attribuibili al residente in Svizzera, sono eccezionalmente  ( e contrariamente ai generali principi fiscali) tassati come regolari ricavi. La  “non recognition” del trust irrevocabile puo’ ovviamente non estendersi oltre la vita del disponente, ma la circolare fallisce nel rispondere alla domanda su come opera la regola della “non recognition” una volta che il disponente decede.

Ritenute svizzere alla fonte “wht


I dividendi pagati da soggetti residenti e gli interessi pagati su certi strumenti di debito emessi da obbligazionisti residenti in Svizzera sono soggetti ad una tassa alla fonte del 35%. Un trust generalmente non puo’ richiedere il rimborso della “wht”. Un trust revocabile è attribuibile al disponente, e di conseguenza il disponente residente in Svizzera è legittimato al rimborso o ad un credito per la wht federale. In caso di trust irrevocabile “fixed interests”, un beneficiario residente in Svizzera è legittimato al rimborso o al credito per la “wht” ex articolo 61 comma 2° del codice tributario. La premenzionata  “non recognition” del trust discrezionale irrevocabile non si applicherà solo per le tasse sui ricavi, ma anche ai fini della “wht”. Per un trust irrevocabile discrezionale, si applicheranno le regole stabilite per il trust revocabile. Un disponente residente sarà quindi legittimato al rimborso o al credito della “wht” ( anche se ha destinato gli assets in trust irrevocabilemente). In caso di trust estero che richieda un rimborso della “wht” federale, l’amministrazione federale in primis cercherà di prendere in considerazione un trattato contro la doppia imposizione applicabile. Ci sono pero’ solo pochi trattati che trattano di trusts, come quelli, ad esempio, con gli Stati Uniti, il Regno Unito e il Canada (in virtu’ di una interpretazione estensiva). Se un trattato non è applicabile, l’amministrazione federale applicherà un pragmatico “case by case method”. Le wht estere potranno essere rimborsate solo se l’Amministrazione Federale svizzera controfirma il modulo applicabile estero. L’Amministrazione  lo farà solo se il ricavo in questione è attribuibile a un beneficiario residente in Svizzera che è quindi soggetto alle tasse svizzere su quel ricavo.
Conclusioni

Fino a quando si parla  di trusts “esteri” (quando né il disponente né alcuno dei beneficiari sono residenti in  Svizzera) nulla cambia con la Circolare. Questi trusts non sono soggetti alle tasse in Svizzera sui ricavi. Solo le fees generate dai trustees o dai guardiani residenti in Svizzera sono soggette a tassazione. I trusts “collegati” con la Svizzera ( quando il disponente e uno dei beneficiari sono residenti in Svizzera) seguono le regole generali sulla tassazione dei ricavi e sulle tasse cantonali di successione e donazione.

Lugano, 30 ottobre 2008